Prodotti Tipici del Delta del Po: La Patata americana di Valliera

Cenni storici

La patata americana, nota anche come patata dolce, è originaria dell'America centrale, ed è stata introdotta in Europa nel 1500 a seguito della scoperta dell'America da parte di Cristoforo colombo. In Italia sembra sia stata introdotta inizialmente in Toscana nel 1630, dove rimase una curiosità botanica fino al 1880. Successivamente fu iniziata la coltivazione da parte del Conte Antonio Dona dalle rose nei propri terreni in provincia di Rovigo.

Il prodotto

È una pianta erbacea perenne, il cui prodotto è costituito da radici di riserva ingrossate e carnose che formeranno il tubero, avente una forma regolare da tondeggiante ad allungata e lunghezza non superiore a 35 cm e diametro medio di 5-10 cm. La buccia è sottile e di colore bianco Crema perlaceo, la polpa è di colore bianco crema, carnosa con assenza di fibrosità. Dopo la cottura si presenta dolce, tenera e carnosa, e mantiene una buona consistenza.

Zona di produzione

Comprende i comuni situati in riva all'Adige della provincia di Rovigo e Padova e il comune di Adria con la frazione di Valliera che vanta una tradizione produttiva di tale tubero che viene valorizzato dall'Associazione produttori delle patate di baviera. L'area interessata è caratterizzata dalla presenza di suoni fertili, di origine alluvionale e tendenzialmente umidi e di medio impasto tendente al sabbioso.

La commercializzazione

La patata americana viene messa a dimora mediante trapianto di talee nel periodo aprile-maggio , previsione raccolto a mano, previo sfalcio della parte aerea, mediante estirpazione dei tuberi, nel periodo agosto ottobre.

Lascia un commento

Nome .
.
Messaggio .

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati